“Bouldering” di Alberto Milani

Presentazione al manuale Bouldering di Alberto Milani
di Renato Frigerio

Esistono pregiati manuali che sono inevitabilmente utili e validi e nello stesso tempo interessanti e piacevoli, arricchiti da un notevole apparato figurativo ed iconografico.

Tuttavia le caratteristiche pubblicazioni di Edizioni Versante Sud per l’arrampicata, l’alpinismo e la montagna nei suoi molteplici aspetti, comprese nelle collane “Performa”, rientrano nella categoria di cui non si può fare a meno in assoluto.

Le guide di questo tipo regalano piacere anche semplicemente nel gradito momento in cui sono sfogliate, ma diventano strumento prezioso per gli argomenti ripresi e trattati, le irrinunciabili note informative, sia pratiche sia logistiche, la documentazione e il racconto, le indicazioni all’attrezzatura relativa da usare, ma anche per le vicende storiche e gli sviluppi contemporanei.

Infatti, da ciò che risulta, questi elementi diventano oggettivamente avvertibili dai numerosi praticanti e dai fedeli appassionati, essendo considerati come complemento della specifica disciplina sportiva, ma più in generale anche come importante parte della storia della montagna e con finalità integrativa della contigua evoluzione dell’attività tradizionale.  

Mentre si sta visibilmente intensificando l’interesse e la passione per l’arrampicata sui boulder, si rincorrono, come in un circolo virtuoso, le edizioni dei volumi redatti, come guide preziose per gli appassionati, spinte dalla crescita numerica di coloro che si avvicinano a questa suggestiva forma di arrampicata.

Sembra pertanto giungere a proposito, quasi come un indispensabile punto di osservazione, il volume di Alberto Milani, che di boulder non è solo un innamorato e conquistato frequentatore, ma è soprattutto un personaggio emblematico per aver partecipato a lungo alle maggiori competizioni italiane di boulder e per essere stato autore di oltre cinquecento prime salite di linee con difficoltà fino all’8a. Sulla base delle sue esperienze pluriennali, che sfrutta anche nei suoi ulteriori impegni di insegnante, in questo volume espone tutto quello che serve per farne il manuale completo del sassista: tecnica, sicurezza, etica ed esplorazione. Attraverso un percorso logico e lineare, con indicazioni chiare e precise, il libro si conclude con la presentazione di ciò che nel climber sente crescere come limite dell’ambizione man mano che riesce ad elevare il suo livello: esplorare e scoprire nuovi massi/linee, assegnarne il corretto grado, recensire, divulgare e pubblicizzare.

È un manuale ben fatto, dettagliato e coinvolgente, di cui non possono fare a meno quanti (sempre più numerosi) da poco si stanno avvicinando all’arrampicata sui grandi massi, ma anche coloro che si stanno muovendo sui tiri più abbordabili e quelli che, già esperti, puntano a progredire e a realizzare sui massi i loro sogni più inquieti.

Bouldering
(Il manuale completo del sassista: tecnica, sicurezza, etica ed esplorazione)
di Alberto Milani

328 pagine – copertina a colori con ante – fotografie a colori – formato cm. 19×22,50 – Euro 36,00 – Collana “Performa”
Edizioni Versante Sud
ISBN 978-88-55470-96-4

La prima parte del libro si propone di dare tutte le informazioni fondamentali relative al bouldering su roccia, analizzandone le caratteristiche fondamentali: che cosa significa fare boulder, quali sono le “regole” e le attenzioni che bisogna osservare per una pratica rispettosa e sostenibile, qual è la terminologia che è opportuno conoscere, quali sono i movimenti e i gesti tecnici che è necessario imparare, quale è il sistema di gradazione e le tipologie di rocce che usualmente si incontrano.

Un intero capitolo riassume la lunga storia di questa disciplina, partendo dai primi passi alla fine dell’800 fino ad arrivare ai giorni nostri. Segue poi un’analisi dettagliata dell’attrezzatura richiestascarpette, tipologie di crash-pad e i criteri per la loro scelta, spazzolinimagnesite e gli strumenti per una pratica più “avanzata”. Un capitolo molto ampio è quindi dedicato alla sicurezza, per fornire informazioni dettagliate su come utilizzare e posizionare i pad, come parare correttamente e in modo sicuro nelle diverse situazioni e come approcciarsi agli highball.

La seconda parte del libro vuole invece fornire un riferimento per l’esplorazione e la valorizzazione di aree boulder ancora incontaminate: quale attrezzatura aggiuntiva è richiesta in questi casi, con quali criteri possiamo iniziare a esplorare nuovi massi, come condurre tutte le fasi della pulizia nel creare gli accessipreparare le basi e spazzolare la roccia, quali sono i principi etici nell’apertura di nuove linee e come possiamo poi valutare e divulgare i nostri massi.

Alberto Milani, classe 1980, ha iniziato ad arrampicare all’età di 13 anni. Nei primi anni di attività si è dedicato all’arrampicata sportiva in falesia e in parte all’alpinismo per poi dedicarsi principalmente al bouldering dalla fine degli anni ’90. Accanto all’attività outdoor, dal 2003 al 2010 ha partecipato alle maggiori competizioni italiane di boulder. Fin dai primi anni 2000 arrampica su difficoltà di 8a+ lavorato e 7c flash e ha visitato buona parte delle aree boulder europee e non solo. Da sempre si è dedicato principalmente all’esplorazione e valorizzazione di nuove aree, sviluppando nei primi anni 2000 i massi di Valbondione e in seguito molte altre possibilità in diversi contesti geografici. È l’autore di oltre 500 prime salite di linee con difficoltà fino all’8a. Dal 2017 è istruttore d’arrampicata FASI, attualmente presso la palestra Manga Climbing di Milano. Intuita fin dagli inizi la grande vicinanza tra l’arrampicata e lo yoga, si è avvicinato a quest’ultimo nel 2002 per poi praticarlo in modo continuativo dal 2007, iniziando nel 2010 il percorso pluriennale di formazione per diventare insegnante, presso la scuola Jiva Yoga di Como. Nel 2014 ha concluso questo percorso, diplomandosi insegnante riconosciuto a livello nazionale (CSEN) e internazionale (E-RYT®500/YACEP®). Dal 2014 insegna yoga e yoga per l’arrampicata ed è uno dei responsabili del corso quadriennale di formazione insegnanti della Jiva Yoga Academy. Ha pubblicato molti articoli sia di yoga che d’arrampicata su riviste specializzate, è redattore della sezione boulder del sito up-climbing.com e fin dal 2015 è collaboratore di Versante Sud e di Climbing Radio. A partire dal 2015 ha pubblicato le tre edizioni di Yogarrampicata e nel 2020 la guida Valtellina BLOC, edite da Versante Sud. È inoltre curatore dell’Annuario UP Climbing e membro del Coordinamento Editoriale della rivista UP Climbing.

More from Alessandro Gogna
Una firma per il Sassolungo
Il Sassolungo è la vetta più alta dell’omonima catena montuosa, collocato tra...
Read More
Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *